Come sgonfiare la pancia coi rimedi naturali

marzo 7, 2018 Non attivi Di Claudia

Può capitare di avere la pancia gonfia, dopo un pasto abbondante, ma ci possono essere altre cause che provocano questo disturbo. Fortunatamente ci sono diversi rimedi naturali, di origine vegetale, da poter provare.

Cosa causa la pancia gonfia

La pancia gonfia non comprende solo un senso di pesantezza, ma anche del gonfiore nella zona degli addominali. Oltre a un ricco pasto, tra le cause di questo disturbo si possono elencare:

  • una digestione difficile;

  • una dieta sbagliata;

  • un’eccessiva assunzione di alcool e/o zuccheri;

  • delle allergie (o intolleranze) alimentari;

  • la sindrome del colon irritabile.

Per eliminare questo problema, è bene partire dal proprio stile di vita, partendo da una dieta corretta, che sia ricca di fibre e di fermenti, in modo da facilitare la digestione.

Un alimento che sicuramente può aiutare a sgonfiare la zona addominale, è lo yogurt. Ricco di fermenti lattici vivi, il suo consumo regolare non solo aiuta contro diversi disturbi intestinali, ma può stimolare la produzione di interferone, una proteina che alza le difese immunitarie del proprio corpo contro i virus, senza contare che è un alimento altamente digeribile.

Erbe contro il gonfiore

Sono molte le erbe che aiutano durante la digestione e che, di conseguenza, possono aiutare il proprio organismo a combattere il gonfiore addominale, da assumere come infusi, oppure sotto forma di pillole.

Il finocchio, ad esempio, contiene flavonoidi, ovvero dei fitoestrogeni, che non solo hanno delle proprietà digestive, ma aumentano la secrezione lattea, stimolando così l’appetito, e apportano benefici al sistema vascolare. Oltre a berlo, sotto forma di tisana, oppure assumendolo in pillole, con i suoi semi si può preparare un liquore dall’azione diuretica e carminativa.

Tra le altre erbe digestive, si possono elencare lo zenzero, il tiglio, la camomilla, il dragoncello, la salvia, la melissa e la menta, con le quali si possono preparare degli ottimi infusi. Una tisana mista, da bere dopo un pasto abbondante, si può preparare lasciando in infusione in una tazza d’acqua bollente, per sette minuti, due pizzichi di anice verde, due di tiglio e due di verbena.

Un altro rimedio, reperibile facilmente in farmacia o in erboristeria, è il carbone vegetale attivo, ovvero una polvere ricavata da del legname di diversi alberi (salice, betulla, pino, pioppo). Questo preparato ha un’azione disintossicante e disinfettante per l’intestino, favorendo l’adsorbimento dei gas intestinali. Inoltre, può aiutare contro un alito cattivo, gastriti, delle coliti, la diarrea, aerofagie e meteorismo.

Puoi leggere anche: