Psoriasi: sintomi, cause e come trattarla

luglio 25, 2018 Non attivi Di Emanuela

La psoriasi è una malattia della pelle molto comune che accelera il ciclo di vita delle cellule della cute. Questo disturbo fa sì che le cellule si accumulino rapidamente sulla superficie della pelle. Le cellule della pelle in più formano squame, macchie rosse pruriginose e talvolta dolorose.

La psoriasi è una malattia cronica che spesso va e viene. L’obiettivo principale del trattamento è quello di impedire alle cellule della pelle di crescere così rapidamente. Non esiste una vera e propria cura per la psoriasi, ma è possibile comunque gestirne i sintomi cambiando il proprio stile di vita. Bisogna infatti idratarsi, smettere di fumare e gestire bene lo stress.

Sintomi

I segni e i sintomi della psoriasi variano da persona e persona. Quelli più comuni includono:

  • Macchie rosse sulla pelle ricoperte da scaglie chiare
  • Piccoli punti di ridimensionamento (più frequenti nei bambini)
  • Pelle secca e screpolata che arriva a sanguinare
  • Prurito, bruciore o dolore
  • Unghie ispessite, increspate o che si fuoriescono dalle dita
  • Articolazioni gonfie e rigide

Le manifestazioni di psoriasi possono variare verificarsi come macchie di scalfitture simili a forfora oppure come grandi eruzioni che coprono enormi aree della pelle. La maggior parte dei tipi di psoriasi attraversano dei cicli che si accendono per alcune settimane o mesi, poi diminuiscono per un certo periodo o addirittura vanno in completa remissione.

Cause

Le cause della psoriasi non sono ancora conosciute, ma si pensa che questa malattia sia correlata a un problema del sistema immunitario con le cellule T e altri globuli bianchi dell’organismo, chiamati neutrofili. Le cellule T viaggiano ti trovano nel corpo e si difendono da sostanze estranee, come virus o batteri. In una persona con la psoriasi, le cellule T attaccano per errore le cellule della pelle, come per curare una ferita o per combattere un’infezione. Queste cellule iperattive avviano anche una maggiore produzione di cellule della pelle sane, altre cellule T e globuli bianchi, in particolare i neutrofili. Quest’ultimi viaggiano nella pelle causando arrossamento e talvolta pus nelle lesioni pustolose. I vasi sanguigni dilatati nelle zone colpite da psoriasi generano calore e arrossamento delle lesioni cutanee. Non si sa cosa causi il malfunzionamento delle cellule T nelle persone affette da psoriasi. I ricercatori pensano che le cause siano sia fattori ambientali che fattori genetici. Ecco quali sono gli altri fattori che possono provocare la psoriasi:

  • Infezioni, come infezioni da streptococco
  • Lesioni alla pelle, come un taglio o un graffio
  • Una puntura di insetto
  • Una grave scottatura solare
  • Stress
  • Fumo
  • Consumo eccessivo d’alcol
  • Carenza di vitamina D
  • Farmaci come il litio che viene prescritto per il disturbo bipolare
  • Farmaci per trattare l’alta pressione sanguigna
  • Medicinali antimalarici e ioduri

Come trattare la psoriasi

La psoriasi è cronica, quindi se ti viene diagnosticata, l’avrai per tutta la vita. Attualmente non esiste una cura vera e propria, ma esistono dei trattamenti per alleviare i sintomi di questa malattia. Ecco quali sono:

  • Farmaci topici: creme steroidee e di vitamina D
  • Medicina per via orale
  • Terapia laser o della luce come la fototerapia UVB a banda stretta
  • Bere molta acqua
  • Gestire lo stress facendo yoga o meditazione
  • Smettere di fumare e di bere alcol
  • Evitare di esporsi ai raggi ultravioletti

Puoi leggere anche: