I pasti sostitutivi per dimagrire

Ultimamente si sente molto parlare di pasti sostituivi, visti come una modalità di perdere peso più facilmente e più rapidamente. Ma di che si tratta di preciso?

Il pasto sostitutivo consiste in un prodotto che, come si capisce dal nome, sostituisce il pasto e di conseguenza è destinato ad una dieta ipocalorica, e può sostituire uno o due pasti nel corso della giornata per controllare al massimo l’assunzione delle calorie. Esso contiene quindi proteine, vitamine, carboidrati, e pochi grassi.

Il pasto sostitutivo è ideale per chi voglia tenere sotto controllo il peso o perdere qualche kg ma deve essere necessariamente abbinato ad una dieta che prevede anche altri alimenti. Il programma dietetico, per essere del tutto equilibrato, dovrebbe essere improntato su consiglio di un dietologo, evitando le diete fai da te.

Secondo gli esperti, inoltre, l’apporto delle calorie che deriva dal consumo di un pasto sostitutivo non dovrebbe essere inferiore a 840 kJ (200 kcal) e neppure dovrebbe superare le 400 kcal.

Un sostitutivo del pasto deve contenere almeno un grammo di acido linoleico, ed inoltre deve anche contenere un complesso di vitamine, minerali, acido folico, fosforo, potassio, rame, selenio e manganese in quantità necessarie per il corpo, dato che non li si assumono dagli alimenti.

Esistono davvero tanti tipi diversi di pasto sostitutivo: alcuni sono sotto forma di barrette con sapore gradevole, come cioccolato, nocciole, e altri sono creme al cucchiaio.

Come si usano i pasti sostitutivi per dimagrire?

In realtà non esiste un unico modo. C’è chi sostituisce solo un pasto della giornata, in genere il pranzo o la cena, e assume una colazione molto leggera cioè da non più di 300 kcal. In questa ipotesi, di conseguenza, si fa una colazione light a base di uno yogurt magro, un frutto, caffè senza zucchero, eventualmente due fette biscottate con marmellata light. Quindi a pranzo si usa un solo piatto )in genere 50 grammi di pasta o un’insalatona di tonno o di pollo, con verdure) e frutta, e come cena, il pasto sostitutivo.

Per chi vuole invece un dimagrimento ancora più accentuato, il pasto sostitutivo si sostituisce non solo o alla cena o al pranzo ma ad entrambi i pasti principali (ma dipende anche da quante kcal abbia il pasto sostitutivo).

In questo caso si fa colazione col pasto sostitutivo, pranzo col pasto sostitutivo e cena un pasto bilanciato, come bistecca, pesce, verdure, frutta.

Attenzione: non tutti i pasti di questo tipo vengono comprati. Ci sono ottime ricette di frullati e frappé utili come pasto sostitutivo e che possono essere fatti in casa seguendo scrupolosamente le indicazioni.

Puoi leggere anche: