Gambe gonfie: cosa fare?

Le gambe gonfie sono come una nota stonata  nella calda estate specialmente per chi soffre di cattiva circolazione, ritenzione idrica e sta tutto il giorno in piedi o magari nel caso delle donne resta sospesa per ore sui tacchi alti. Il tempo migliore per agire è subito, grazie a rimedi naturali e buone abitudini  per migliorare l’aspetto estetico delle gambe e sentirsi finalmente più leggeri.

Chi soffre di gonfiori alle gambe ha spesso la sensazione di camminare trascinando due zavorre pesanti che rallentano i movimenti del corpo e fanno sentire goffi. Si aggiunge anche il prurito e il rossore tipico nelle zone colpite dovute alla cattiva circolazione accompagnato da crampi dolorosi ed edemi. Ecco alcune soluzioni naturali per rimediare al problema.

Frutti rossi per migliorare la circolazione

Una scorpacciata di mirtilli, fragole e lamponi consumati durante il giorno hanno il potere di rendere più forti ed elastici i vasi sanguigni, grazie ai benefici antiossidanti dei flavonoidi e le antocianine. Inoltre migliorano la microcircolazione delle gambe, combattono la ritenzione idrica che causa spesso il fastidioso gonfiore e previene la presenza di vene varicose e capillari fragili.

Poco sale e acqua

E’ proprio nei cibi insaporiti con la classica spruzzata di sale, nascosto anche negli insaccati  che va ricercata spesso la causa della ritenzione idrica e dei gonfiori localizzati negli arti inferiori. Un alimentazione povera di sodio e l’assunzione di almeno due litri al giorno di acqua aiuta ad eliminare i ristagni liquidi e la pesantezza delle gambe.  Acqua non solo da bere ma da utilizzare fredda per pediluvi con aggiunta di oli essenziali come la centella asiatica e la menta rinfrescante che attivano la circolazione sanguigna. Ideale per sgonfiare le gambe è la doccia scozzese alternando getti d’acqua calda a quella fredda per tonificare anche vene e capillari e sentirsi subiti più leggeri.

Cuscino venosoft sotto i piedi

Per contrastare il ristagno dei liquidi è meglio dormire con le gambe sollevate, aiutati dal cuscino specifico venosoft della linea Sissel, acquistabile anche su internet, che permette di eliminare la fatica di ore trascorse in piedi. Il cuscino ortopedico attenua il fastidioso dolore agli arti inferiori, tipico di chi soffre d’insufficienza venosa e facilita il ritorno dei liquidi ristagnati nelle gambe verso l’apparato intestinale. Ideale anche in caso di flebiti, crampi e adatto per le donne in gravidanza.

Bendaggio drenante

Si parla tanto del body wrap che altro non è che un bendaggio professionale a base di sali del Mar Morto o facile da fare anche a casa sfruttando i benefici del sale marino, utilizzato normalmente in cucina. Basta sciogliere 100 grammi di sale ricco di iodio in cinque litri di acqua calda e fare degli impacchi sulle gambe utilizzando garze sterili impregnate della soluzione. Lasciare agire per una ventina di minuti e risciacquare con getti di acqua fredda per eliminare i gonfiori alle gambe causati dalla ritenzione idrica e raggiungere i risultati drenanti, possibilmente aiutati da un automassaggio finale che stimola la circolazione sanguigna e migliora il risultato. Il trattamento va ripetuto almeno una volta a settimana per alcuni mesi ed è possibile aggiungere al sale marino l’aceto di mele, ottimo alleato per il sistema linfatico in quanto attiva la circolazione sanguigna e combatte il ristagno dei liquidi.

Puoi leggere anche: