Dimagrire camminando, è possibile?

Dimagrire camminando, è possibile?

Luglio 18, 2017 Off Di Marco Redazione

Tantissime donne si chiedono se sia realmente possibile dimagrire camminando, oppure se si tratti di una semplice leggenda metropolitana che continua a circolare passando di voce in voce. In realtà camminare non fa dimagrire, cioè la perdita di peso non dipende strettamente dall’azione motoria del camminare quanto dal deficit calorico dato dalla dieta, ma aiuta a bruciare una maggior quantità di calorie.

Andiamo a vedere brevemente come e quanto camminare per riuscire a ottenere i risultati migliori, e quali sono i tipi di camminata più efficienti per dimagrire rapidamente.

>>>>>  Clicca qui per acquistare l’unico rimedio naturale funzionante per dimagrire, oggi scontato al 50%!   <<<<< 

Camminare fa dimagrire?

Come abbiamo già accennato camminare non fa dimagrire ma si tratta di un aspetto importantissimo nella vita di tutti i giorni. Una delle cause dell’aumento di peso è la vita eccessivamente sedentaria, il passare troppe ore seduti o in piedi ma senza fare movimento.

Il corpo umano ha bisogno di muoversi, è fatto per questo, una parte importante delle calorie che ingeriamo è destinata proprio a questa funzione. Non fare movimento o attività fisica significa non  trasformare gli zuccheri dei carboidrati in energia ma in grasso, che continua ad accumularsi all’interno dell’organismo.

Camminare è fondamentale per favorire il metabolismo, bruciando una parte dei carboidrati che ingeriamo in grandi quantità quotidianamente e per sentirsi meglio con se stessi. Purtroppo per perdere peso non basta camminare ma è necessario andare in deficit calorico, cioè assumere meno calorie rispetto a quelle che si consumano, di cui si ha effettivo bisogno.

Il connubio tra deficit calorico e camminata invece permette di ottenere ottimi risultati, in alcuni casi simili a quelli di sport molto impegnativi come la bicicletta o la corsa, vediamo perché.

È meglio camminare o correre?

Spesso mi sento rivolgere questa domanda da moltissime donne, incuriosite se sia meglio camminare o correre. La risposta non è affatto semplice come potrebbe sembrare e merita un piccolo approfondimento. In linea di massima correndo si bruciano molte più calorie quindi aiuta di più a dimagrire rispetto alla camminata semplice, ma bisogna anche dire che spesso chi va a correre tende a ingerire più calorie.

Questo perché la corsa consuma tutti gli zuccheri semplici assimilati attraverso i carboidrati, svuotando il corpo e fornendo un forte stimolo a mangiare già a partire da un’ora dopo l’allenamento. A causa di ciò a volte correndo si è portati addirittura a ingrassare leggermente, a meno che non si segua una dieta adeguata e mirata a non prendere peso.

La camminata veloce invece non richiede molto sforzo e non comporta un aumento netto dell’appetito, quindi a volte è più efficace per perdere peso e dimagrire. Soprattutto se non amate fare sport, non siete allenati e non avete resistenza vi consiglio di iniziare con delle belle camminate veloci, meglio ancora se in leggera salita. Inoltre correre può portare anche a dei problemi di natura muscolare e articolare, specialmente per chi corre sull’asfalto, è in forte sovrappeso oppure non indossa calzature sportive adeguate.

Il modo di camminare migliore per dimagrire

Per riuscire a ottenere il massimo dei risultati dalla camminata bisogna abbondare, cioè in parole povere camminare il più possibile. Innanzitutto ogni sessione deve durare almeno da 40 minuti a un’ora, durante i quali bisogna mantenere una velocità costante intorno ai 4 Km/h.

Si tratta di un rilevamento statistico dove è stato dimostrato che a questa velocità si bruciano il maggior numero di calorie possibili. Per aumentare lo sforzo è utile percorrere dei tratti in leggera salita, mantenendo sempre una postura corretta e un movimento fluido. Bevete molta acqua quando camminate e durante tutto l’arco della giornata, vi aiuterà a combattere la ritenzione idrica e a dimagrire. Per quanto riguarda la frequenza non esiste un massimo oltre il quale è meglio non andare.

Bisognerebbe camminare almeno 3 volte la settimana, ma più si cammina meglio è se si vuol perdere peso. Ovviamente non bisogna esagerare e bisogna concedersi delle giornate di riposo, visto che anche il relax è molto importante quando si vuole dimagrire.

Come camminare con intelligenza

Un trucco per camminare di più e ottimizzare i tempi è ridurre l’uso dell’automobile e cercare di fare quante più cose possibili a piedi. Oltre che a preservare l’ambiente e ridurre l’inquinamento, camminare durante la giornata aiuta a bruciare calorie.

>>>>>  Clicca qui ed acquista il miglior rimedio naturale per dimagrire, solo per oggi scontato al 50%!   <<<<< 

Provate a usare di più i mezzi pubblici, andare a prendere i vostri figli a scuola a piedi o a fare la spesa senza macchina, ovviamente se non dovete prendere molte cose. Uscite regolarmente a piedi, fate delle belle passeggiate con le giornate di bel tempo, andate a scale sia in discesa che in salita, evitando di prendere l’ascensore per fare pochi piani e vedrete che avrete già fatto metà del vostro allenamento.

Come abbiamo visto dimagrire camminando è assolutamente possibile, ma bisogna abbinare questo tipo di attività a una dieta ipocalorica. Chiaro che correre fa bruciare più calorie, ma soprattutto se non siete molto allenate preferite delle belle camminate veloci, meglio ancora se in salita.

Cercate di muovervi il più possibile, andate a piedi e lasciate l’auto a casa se possibile, recatevi al parco 3 volte la settimana, possibilmente con le amiche, il partner o con il cane. L’importante è mettere in moto il metabolismo, mangiare bene e sano e riposarsi dallo stress, e vedrete che riuscirete a perde peso.

Puoi leggere anche: