Sifilide: cause, fattori di rischio, sintomi, cura e prevenzione

settembre 13, 2018 Non attivi Di Emanuela

La sifilide è una patologia causata dal batterio T. pallidum che viene trasmessa con un contatto diretto con le mucose o con una ferita causata dalla malattia stessa. I sintomi tipici della sifilide sono delle piaghe sulla vagina, sull’ano, sul retto e sulla bocca. Molto spesso le persone non sanno di avere la sifilide in quanto non hanno sintomi o le piaghe non fanno male.

Tali piaghe si passano da sole, ma il batterio delle sifilide rimane nel corpo se non viene debellato. Quest’ultimi possono infatti rimanere dormienti nel corpo per parecchi anni prima di tornare a danneggiare gli organi, tra cui anche ilcervello. In questo articolo scopriremo nel dettaglio quali sono le cause, i fattori di rischio, i sintomi, come curare e come prevenire la sifilide.

Cause e fattori di rischio

La sifilide si verifica quando il batterio T. pallidum si sposta da una persona a un’altra durante un rapporto intimo orale e non. Può anche essere passato dalla mamma al bambino durante la gravidanza, o durante il parto vero e proprio. In questo caso parliamo di sifilide congenita. Bisogna chiarire che la sifilide non è una patologia che si diffonde attraverso il contatto con oggetti infetti, come le maniglie delle porte e la tavoletta del water. Le persone che hanno parecchi rapporti intimi hanno un maggiore rischio di contrarre la malattia. Ecco in particolari quali sono quelle che hanno un maggiore rischio di averla:

  • Le persone che hanno rapporti intimi non protetti
  • Uomini hanno rapporti intimi con uomini
  • Persone che hanno l’HIV
  • Persone che hanno diversi partner con cui praticano rapporti intimi non protetti

Sintomi

La sifilide si manifesta in tre fasi, ognuna caratterizzata da dei determinati sintomi. Tuttavia, in alcuni casi, la persona affetta dalla sifilide potrebbe non avere alcun sintomo. La fase primaria, secondaria e quella latente sono quelle in cui avviene il contagio. La terza fase della malattia non è contagiosa, ma presenta i sintomi più pericolosi per la salute. Ecco un elenco dei sintomi di tutte e tre le fasi della sifilide:

  • Piaghe
  • Dolori ai muscoli
  • Febbre
  • Infiammazione alla gola
  • Linfonodi gonfi
  • Perdita di capelli
  • Mal di testa
  • Dimagrimento
  • Sensazione di stanchezza
  • Problemii al cuore, ai vasi sanguigni, al fegato, alle ossa e alle articolazioni
  • Demenza o problemi mentali
  • Problemi nella deambulazione
  • Intorpidimento alle articolazioni
  • Difficoltà di concentrazione
  • Problemi o perdita della vista
  • Convulsioni
  • Debolezza

Cura e prevenzione

La sifilide può essere curata con la penicillina. Il dosaggio dipenderà dallo stadio della malattia. Curarsi con penicillina è importante, poiché l’esposizione a lungo termine alla sifilide può portare a conseguenze quasi letali. La sifilide, nella sua terza fase, potrebbe richiedere più iniezioni di penicillina in diversi tempi. Dopo il parto, i bambini che sono stati esposti al virus della sifilide nel grembo della madre devono essere sottoposti ad un trattamento di antibiotici.

Ecco cosa bisogna fare per evitare di contrarre la sifilide:

  • Non avere rapporti intimi
  • Praticare la monogamia reciproca con una persona che non ha la sifilide
  • Usare il preservativo, anche se protegge solo contro le piaghe degli organi genitali e non contro quelle sul corpo
  • Evitare di condividere sex toys

Puoi leggere anche: